note libere

la casa di c-3PO e squeezelite-R2

Tag: DSD

Per non farsi mancare nulla, eccovi servito il DSD

Era quasi un anno che non succedeva nulla di importante da queste parti, si nel frattempo ho rilasciato diversi miglioramenti a C-3PO, un paio di funzionalità aggiuntive a squeezelite-R2, Falcon è stato portato in altre distribuzioni, ma nulla che valesse la pena ‘etichettare’ come nuova versione.

Bene, pungolato da alcuni amici e con il supporto della solita banda di impallinati, mi sono buttato capofitto in questa nuova avventura con lo scopo di:

a. consentire, mediante C-3PO, la conversione in tempo reale da PCM a DSD in LMS.

b. consentire il playback in formato ‘nativo’ di DSD da squeezelite-R2.

c. rendere Falcon la principale piattaforma di installazione e gestione di squeezelite-R2, rendendolo indipendente da altri tools.

Grazie al grande lavoro di Mans Rullgard su Sox e KImmo Taskinen su Daphile, i primi due obiettivi sono stati raggiunti abbastanza facilmente, anche se rimane ancora impossibile riprodurre DSD nativo su win e mac OSx,  mentre il lavoro su Falcon è stato molto più importante ed è in costante ampliamento, man mano che viene testato per distribuzioni ed OS diversi.

Insomma… possiamo tranquillamente dire di aver rilasciato la versione 2.0 dell’intera suite, casualmente in contemporanea al rilascio della versione stable 7.9.0 di squeezebox server. Un grazie particolare va a Simone che ospita su www.audodigitale.eu le istruzioni per compilare SOX e squeezelite-R2 in diverse piattaforme, oltre che le versioni binarie per i più pigri (come me).

E’ oggi possibile godere dell’upsampling DSD in tempo reale con un sistema aperto, libero e completamente gratuito, qualitativamente almeno alla pari dei più blasonati e costosi  sistemi proprietari.

A tutti, buon divertimento!

Upsampling, ne vale la pena?

In breve,  non lo so.

Quello che però so è che il 99% dei DAC modermi fa upsampling, che è un processo ‘lossy’ non reversibile, che esistono diversi algoritmi per farlo e che se è dubbio porti a benefici è certo che eseguito più volte in cascata degradi rispetto all’applicazione di un filtro unico meglio realizzato.

Tutto questo mi porta a credere che:

sia bene valutare le caratteristiche del proprio DAC prima di fare upsampling esternamente, meglio usare dac NOS nel caso.
sia meglio usare ‘buoni’ algoritmi rispetto ad algoritmi solo ‘mediocri’, quindi la selezione del tool di upsampling e la sua corretta configurazione assume importanza fondamentale.
Ognuno è libero di provare e selezionare i tools che ritiene maggiormente opportuni, ma una volta che li avrà trovati, li deve inserire nella propria catena audio digitale e, visto che parliamo di algortmi che chiedono una discreta capacità elaborativa, non è una buona idea farli fare ad un Pc nelle immediate vicinanze dell’impianto.

Altro punto a favore dell’architettura distribuita.

Da questa considerzione hanno preso il via i progetti più interessanti che conosco, tra cui certamente HQ Player che è considerato una delle migliori soluzioni di upsampling e conversione PCM/DSD, che svolge su un pc ‘server’ remoto rispetto all’impianto, cui si collega con un player minimalista, chiamato Network Audio Player (NAD).

In ambito open source, Logitech media Server e squeezelite hanno le caratteristiche per fare la stessa cosa (la conversione PCM/DSD è ad oggi sperimentale), al netto di un problema che viene risolto da Squeezelite-R2 e C-3PO.

In un prosismo articolo vedremo come farlo.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén